Dall’Esercito all’Impresa: Prendono il via gli “Sbocchi Occupazionali”

DALL’ESERCITO ALL’IMPRESA: PRENDONO IL VIA GLI “SBOCCHI OCCUPAZIONALI”

Siglata a Roma la Convenzione operativa tra il Ministero della Difesa e la CONFEDES a favore del progetto di ricollocazione dei Congedati senza demerito.

Il 28 aprile 2021 in Roma, il Segretariato Generale della Difesa, rappresentato dalla Dottoressa Giovanna Romeo, e il Presidente della Confederazione Datoriale e Sindacale (CONFEDES), Dottor Ivano Tonoli, hanno ratificato, nel rispetto delle disposizioni governative per il contenimento della diffusione del Covid19, la convenzione operativa di sostegno alla ricollocazione dei Volontari congedati senza demerito. La firma dell’accordo è avvenuta nella sede del Circolo Ufficiali “Pio IX” dell’Esercito Italiano. 

La prestigiosa iniziativa è stata presieduta dal Generale di Corpo d’Armata S.E. Rosario Castellano, Comandante del Comando Militare della Capitale, il cui personale attivo e dedicato al comparto della ricollocazione professionale ha gestito lo sviluppo della convenzione fin dalle fasi iniziali di intuizione e di elaborazione della stessa.

L’intesa rientra nel progetto di “Sbocchi occupazionali” e include le azioni di aiuto e supporto per il reinserimento di tipo lavorativo rivolto ai Militari di truppa, ai Volontari in servizio permanente e agli Ufficiali in ferma prefissata facenti parte delle Forze Armate della Nazione, per i quali il congedo sia avvenuto appunto “senza demerito”.

Il Generale Castellano ha confermato come l’accordo così siglato, intenda corrispondere sia alle legittime aspirazioni di impiego dei giovani che scelgono di aderire al progetto “Sbocchi occupazionali”, sia alle necessità delle aziende che richiedono personale affidabile, motivato, qualificato: valori propri dell’appartenenza all’Istituzione militare.

La Dottoressa Romeo, ha sottolineato il costante impegno messo in campo dal Ministero della Difesa nel ricercare e sottoscrivere collaborazioni con organismi sia pubblici sia privati, al fine di ampliare il ventaglio delle opportunità di occupazione ai Volontari che hanno servito il Paese.

La valorizzazione delle competenze acquisite in occasione della esperienza svolta nel contesto delle Forze Armate, e unita all’orientamento, alla formazione professionale, alla disponibilità dei profili curriculari consultabili dal mondo delle imprese, costituirà un complesso di fattori facilitanti l’incontro tra domanda e offerta. 

Il Presidente di CONFEDES, Dottor Ivano Tonoli, ha in conclusione evidenziato l’intendimento di rendere fruibile un ausilio reale, mediante i propri partner associati, attivi tanto in Italia quanto a Bruxelles, all’indirizzo dei giovani che per molti anni hanno servito la Nazione, mettendoli in condizione di individuare molteplici e valide opportunità di formazione e lavoro consone in virtù delle competenze individuali acquisite presso le Forze Armate.