Da Confedes gli auguri di buon lavoro al riconfermato Premier d’Albania, Edi Rama

La Confederazione datoriale e sindacale CONFEDES, intende congratularsi con il Primo Ministro della Repubblica d’Albania, On. EDI RAMA, per la popolare riconferma conseguita alle più recenti elezioni politiche generali per il rinnovo del Parlamento nazionale del Paese delle Aquile.
 
Nel contesto europeo e occidentale più in generale, dove vigono le libere consultazioni elettive, si tratta di un caso rarissimo di Governo in carica al quale viene con chiarezza rinnovata la fiducia dagli Elettori dopo una serie di provvedimenti di gestione della pandemia che, pur comportando degli iniziali inevitabili sacrifici a carico di operatori economici e cittadini, hanno in ogni caso consentito l’apertura e la continuità operativa in sicurezza delle attività in tutti i settori produttivi, contenendo al tempo stesso gli effetti sanitari dell’emergenza globale.
Un segnale univocamente interpretabile con la circostanza di una netta e diffusa domanda di stabilità prevalsa su moti di protesta tali, per il loro populismo intrinseco, da non formare quelle scelte di politica economico-sociale, e per la piena ripresa, di cui il Paese reale – ossia la comunità degli investitori e dei consumatori – ha necessità; scelte che sono state viceversa rinvenute, con il voto maggioritario del corpo elettorale, nella proposta programmatica del Premier Rama.
 
Al riconfermato Presidente del Consiglio dei Ministri, CONFEDES formula pertanto i propri migliori auguri di un certamente ottimo e produttivo lavoro a beneficio della prosecuzione e del rafforzamento degli interventi strutturali con cui si sono fin qui consolidate quelle condizioni di attrattività e di facilitazione che già hanno permesso a molte nostre Imprese associate di programmare importanti insediamenti aggiuntivi in Albania. Insediamenti che saranno esecutivamente avviati nei prossimi mesi all’interno dei nostri due Parchi industriali di Durazzo e di Lezha, formalizzati nello scorso anno, avallati e resi operativi dal Governo Rama, tra la seconda parte del 2020 e gli inizi del 2021, con procedure semplificate e grazie alle quali è stato altresì possibile, per la nostra Associazione, presentare con successo di approvazione finale alle Istituzioni bancarie e finanziarie dell’Unione Europea i progetti di investimento.
 
A dimostrazione di come il cammino dell’integrazione in Europa possa procedere insieme con il mantenimento e anzi potenziando laddove possibile un quadro incentivante per chi voglia portare sviluppo e occupazione con iniziative tangibili al pari di quelle che siamo impegnati a esprimere.
 
BUON LAVORO, PRIMO MINISTRO RAMA!
 
IVANO TONOLI
Presidente Confederazione
Datoriale e Sindacale CONFEDES